web analytics
   

VISUALIZZATO 7.415 VOLTE

 

Cara vecchia Simulmondo…

Print Friendly, PDF & Email

Se siete appasionati di videogames, come il sottoscritto, sicuramente conoscerete Artematica, la nota Software House di Chiavari che recentemente ha dato alla luce ottimi adventure games come Diabolik Original Sin, Martin Mystere Operazione Dorian Gray e Julia Innocent Eyes.
Pochi sanno, però, che il boss di Artematica Riccardo Cangini nel lontano 1992, lavorava come grafico presso la Software House bolognese Simulmondo, capitanata da Francesco Carlà…Francesco ebbe la brillante idea di produrre una collana di Videogames per Amiga e PC basata sulle serie di fumetti piu’ in voga all’epoca: Diabolik, Dylan Dog e Tex aggiungendo in seguito una serie basata su un personaggio completamente nuovo, Simulman (somigliante peraltro allo stesso Francesco) e un’altra collana dal nome Time Runners (ma di queste ultime due serie parleremo in articoli appositi).

Naturalmente Simulmondo, produsse altri videogiochi estranei ai fumetti, un esempio su tutti MilleMiglia, piacevole gioco che cercava di ricreare l’atmosfera della famosa gara automobilistica!
Tornando ai giochi da edicola, gli episodi venivano pubblicati mensilmente in una confezione che comprendeva un albo con l’introduzione della storia disegnata a mano (come un fumetto classico) e due Floppy Disk (Eh si…ancora niente CD) contenenti le versioni Amiga e PC dei giochi in questione.
Le due versioni differivano essenzialmente per il comparto grafico: la versione Amiga mostrava schermate statiche a 32 colori mentre la versione PC, ovviamente, possedeva una grafica piu’ raffinata con schermate a 256 colori talvolta animate. Avrete sicuramente notato come il buon Riccardo Cangini da sempre appassionato di fumetti abbia deciso di realizzare dopo quasi vent’anni, e questa volta a suo nome, un altro videogames su Diabolik nelle versioni per PC, Nintendo WII, Nintendo DS eSony PSP! (Da buon videogiocatore me le sono comprate tutte, pur essdendo tutte molto simili…)

Se i videogames Simulmondo, ed in particolare Diabolik e Dylan Dog, hanno avuto un enorme successo bisogna però anche ringraziare il mitico Gianluca “BOKA” Gaiba, compositore di tutte le tracce dei videogames Simulmondo! Se immaginate che le musiche delle versioni Amiga sono state realizzate tramite Soundtracker (un sequencer di sole 4 tracce) non potrete rimanere meravigliati da cio’ che il buon Gianluca ha saputo tirare fuori dalla macchina Commodore.
Tutte le colonne sonore da lui composte (e sono veramente tante…) sono meritevoli d’ascolto ma una in particolare mi e’ rimasta nel cuore grazie alle sensazioni che essa riusciva a trasmettermi durante l’ascolto; piu’ precisamente la traccia 6 tratta dall’episodio N.3 di Diabolik “La fuga“! Questa traccia partiva esattamente sul finale del gioco dove si vedeva chiaramente la Jaguar di Diabolik fuggire (la scena anche su Amiga era animata) lungo la statale; vi assicuro che assistere a questa sequenza animata con una musica del genere in sottofondo procurava davvero sensazioni meravigliose! Un senso di soddisfazione generale e un non so che di misterioso che solo chi ha avuto modo di provare dal vivo il gioco, come il sottoscritto, puo’ comprendere!

Qui sotto vi segnalo un ottimo archivio di colonne sonore, video ed immagini di TUTTI i giochi Amiga pubblicati, tra cui i giochi Simulmondo:

SITO LEMON AMIGA

Se volete un consiglio ascoltate tutti i pezzi di Gianluca e capirete così quanto egli abbia contribuito a rendere eccezionali questi vecchi giochi per Amiga e PC!

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *