web analytics
   

INTERVISTA A JON HARE: videogames, musica & Sensible Soccer!

VISUALIZZATO 3.387 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

INTERVISTA SCRITTA DA JON HARE SU TRACCIA DI RGP
 

ENGLISH INTERVIEW

jon_hare

Un altro pezzo da novanta del mondo videoludico approda su Retrogaming Planet!
E non parliamo di un personaggio qualsiasi bensì di JON HARE, co-fondatore (assieme a CHRIS YATES) di SENSIBLE SOFTWARE, la celebre sotfware house inglese che ha dato i natali a titoli del calibro di Microprose Soccer, WizBall, MegaLoMania, Sensible Soccer, Cannon Fodder e molti altri!
E proprio di questi utlimi due titoli il nostro Jon ci svelerà alcuni interessanti retroscena…

Robert Grechi
 

RGP: Ciao Jon e grazie per il tempo che stai dedicando ai lettori di Retrogaming Planet! Tutti noi siamo curiosi di sapere come ti sei avvicinato al mondo informatico e qual è stata la prima macchina che hai utilizzato…

JH: Il primo computer in assoluto fu una vecchissima macchina con Pong, utilizzata nella mia scuola quando avevo circa 8 anni nel 1974.
Il primo computer che entrò invece in casa mia fu un Atari VCS nel 1983, quando avevo circa 17 anni…

RGP: Hai seguito corsi specifici o sei un’autodidatta della programmazione?

JH: Non sono mai stato un programmatore, mi sono sempre ed esclusivamente occupato di design, grafica e gestione del business. Ho co-progettato e disegnato tutti i giochi di Sensible dal 1986 al 1993.
Ovviamente sono un’autodidatta come tutti gli sviluppatori di videogiochi dell’epoca!

sensible_software_logo

 

RGP: Quando hai deciso di trasformare la tua passione in un vero e proprio lavoro e per quale motivo hai deciso di co-fondare una casa di produzione propria invece di cercare lavoro in una delle molteplici e conosciute software house di quei tempi?

JH: Ho iniziato a fare giochi nel 1985, quando in realtà non c’erano molti team di sviluppo in giro.
All’epoca suonavo in una band e scrivevo musica con Chris Yates; Chris trovò un lavoro come programmatore in una società di sviluppo locale e poco dopo chiesero anche a me di lavorare per loro in qualità di Game Artist. Dopo 6 mesi realizzammo che stavamo lavorando sodo guadagnando però soltanto il 15% dei ricavi!
Lasciammo così quell’azienda per fondare la nostra società SENSIBLE SOFTWARE.
A quel tempo, le piccole nuove imprese venivano incoraggiate molto dal governo britannico dato che c’era lavoro (seppur piccoli lavori) per un sacco di gente…
Chris ed io scrivevamo musica insieme già da tre anni prima di dedicarci ai videogames quindi eravamo abituati ad essere indipendenti e a realizzare in nostri progetti in modo autonomo.
E la cosa ci è piaciuta molto!

RGP: Sensible Soccer e Cannon Fodder sono forse i due titoli di maggior successo di Sensible ed in quest’ultimo è addirittura possibile ascoltare la tua voce digitalizzata pronunciare la famosa frase “War has never been so much fun”, nell’indimenticabile sigla di apertura !
Ci racconti qualcosa in merito alla realizzazione di questi due titoli, che ricordi con affetto?

JH: Con Sensible Soccer la cosa più sorprendente era la partita di calcio in sé: non appena giocammo la prima partita ci rendemmo conto di avere tra le mani un gioco speciale! Un gioco che possedeva qualcosa di magico…
Sono davvero felice di aver aggiunto i giocatori e le squadre di tutti i paesi e che ancora oggi, in tutto il mondo, molte persone amino ed utilizzino ancora il nostro gioco!
Per la prima volta abbiamo aggiunto la realtà del gioco del calcio in un titolo per computer: 23.000 giocatori di squadre professionistiche provenienti da tutto il mondo ognuno con le proprie competenze ed i propri valori, il giusto numero di maglia ed il colore reale della pelle e dei capelli. Tutto questo non era mai stato fatto in un videogioco!

NOTA: Vorrei far notare che la sigla cantata che sentirete nel video qui sotto non è una traccia musicale inserita dal sottoscritto quale sottofondo del video…E’ LA COLONNA SONORA ORIGINALE DEL GIOCO CHE VI ACCOMPAGNERA’ DURANTE IL CARICAMENTO DEL GIOCO!


 

Per quanto riguarda Cannon Fodder invece, a parte la giocabilità, l’originalità del gameplay ed il livello di progettazione, la cosa migliore secondo me è stata senz’altro la colonna sonora ed il video dell’introduzione: è stato molto divertente presentarsi a casa di Richard Joseph con un solo riff di chitarra e basso e trovarsi subito in grande sintonia!
Il video è stato pensato per caratterizzare il nostro Team come gruppo pop: abbiamo avuto un’intera giornata a disposizione per vestirci con uniformi stupide ed andare in giro in un semicingolato!
Bei tempi…


 

RGP: Dopo la vendita di Sensible Software alla Codemasters, hai continuato ad occuparti dello sviluppo di videogiochi dei quali, uno di questi, fu una nuova versione di Sensible Soccer. In seguito ti occupasti anche della versione mobile di Cannon Fodder… cosa puoi dirci in merito allo sviluppo di questi titoli?

JH: Dal mio punto di vista queste nuove (e relativamente semplici) conversioni di Sensible Soccer e Cannon Fodder erano ben fatte ma in realtà non ho mai controllato appieno i team di sviluppo. Questi titoli non erano sicuramente interessanti quanto alcuni degli altri giochi ai quali ho lavorato e che non sono mai stati pubblicati: Cannon Fodder 3D, CCTV un gioco che si svolgeva nell’ambiente della polizia,TV nel quale era possibile creare documentari della fauna selvatica senza essere mangiati vivi e Monster Mini Golf
Sono stato anche consulente nella progettazione di molti giochi su licenza (Tie-In) tra il 1999 e il 2009.

RGP: Di cosa ti occupi attualmente?

JH: Il mio nuovo gioco Word Explorer è stato appena rilasciato su iOS (recentemente è stato uno dei primi 5 giochi di parole e trivia su iOS in oltre 120 paesi) e a breve sarà disponibile anche su PC e Mac.
Quindi Word Explorer risulta essere il mio primo gioco originale rilasciato in oltre 20 anni. Sono anche molto impegnato nell’educazione videoludica a livello universitario.


 

RGP: Una domanda ovvia ma sempre interessante: tre giochi che porteresti con te sulla classica isola deserta?

JH: Scrabble, Skyrim e Heroes of Might and Magic 3.

RGP: Avremo in futuro la possibilità di rivederti nel mondo videoludico in qualità di sviluppatore o è un settore che hai deciso di abbandonare definitivamente?

JH: Non ho mai abbandonato lo sviluppo di videogiochi, vedi il mio gioco Word Explorer poco sopra…
Sono però felice di lavorare anche su altri giochi, se si presentano le giuste opportunità ovviamente.
Oggi mi godo anche il lato educativo dei giochi cercando di condividere le mie conoscenze!
Inoltre ho moltissima musica scritta da me che presto verrà pubblicata online!
 

Di seguito un divertente video con il nostro Jon Hare protagonista:


 

ENGLISH INTERVIEW

RGP: We’re all curious about your first encounter with computers and we would like to know what’s the first computer you’ve used…

JH: The first every computer in my house was an Atari VCS when I was about 17 years old in 1983… The first one I ever used was a very old machine with Pong on it at my school when I was about 8 years old in 1974.

RGP: Did you attend any training/courses or did you learn coding by yourself?

JH: I have never been a coder, I only ever did graphics, game design and business… I co-designed or designed all of Sensible’s games and also did all the art from 1986 – 1993. I was self taught as everyone was at that time who made games.

sensible_software_logo

 

RGP: When did you decide to make your passion for coding a real work, and why did you decide to co-found a your own software house and not just get a job in one of the several and very known software houses of the time?

JH: I started making games in 1985 when there really were not that many established development teams around…at the time I was playing in a band and writing music with Chris Yates. He managed to get a job as a programmer in a local game dev company and soon they also employed me as an artist. After 6 months we realized we were doing all of the work and only getting 15% of the money, so we left top set up our own company “Sensible Software”. At that time small, new businesses were very much encouraged by our UK government as there was little work available for a lot of people…
Chris and I were writing music together for 3 years before we made games so we were used to being independent and doing our own thing…we liked it.

RGP: Sensible Soccer and Cannon Fodder are maybe the most successful Sensible titles and in one of them we can even hear your digitized voice pronounce the famous phase “War has never been so much fun”, unforgettable open title of the beautiful Cannon Fooder…
Can you tell us what you remember with most affection about the creation of these two titles which brought such a great success to Sensible Software?

JH: Well with Sensible Soccer the most amazing thing was the football game itself… as soon as we played the first ever game we knew it was special… it just had some magic in it!
I am so happy we added all of the countries teams and players we did and that even now all around the World people still love this game… we added the real world of the beautiful game of football into a computer game for the first time… 23,000 players from professional teams from all around the world with the right shirt number, skin/hair colour, skills and values.. this had never been done before to include the team of every game player in the World in one sports game.

NOTE: The soundtrack performed you will hear in the video below, is not a music track inserted by the undersigned as the background of the video … IT’S THE ORIGINAL SOUNDTRACK OF THE GAME!


 

With Cannon Fodder the greatest thing for me apart from the playability, originality and level design, was the music and the video… it was great to go to Richard Joseph’s house with a guitar and bass riff and a few words and come back with a great tune… the video was meant to feature our team like a pop band and was great fun to make… we all had a day out dressing up in silly uniforms and driving around in a halftrack.. they were great times.


 

RGP: After Sensible Software was sold to Codemasters you kept developing videogames, and among those titles there was a new version of Sensible Soccer, then came mobile versions of it and Cannon Fodder… what can you tell about these further game developments?

JH: From my perspective these new relatively straight forward conversions of Sensible Soccer and Cannon Fodder were OK but I never fully controlled the development teams and they were not as interesting as some of the other games I worked on that never came out… which included Cannon Fodder 3D which was a totally advanced game from Cannon Fodder, CCTV a game about Police Security work, Virtual TV a game about making wildlife documentaries without being eaten alive, Monster Mini Golf.
I was also design consultant on an awful lot of average license tie in games between 1999 and 2009 .

RGP: What’s your current job about?

JH: My new game Word Explorer has just been released on iOS (It was one of the top 5 word and trivia games on iOS in over 120 countries recently) and is about to come out on PC and Mac as well it is my first original game to be released in over 20 years.
I am also heavily involved in games education at university level.


 

RGP: The obvious but always interesting question: three games you would take with you on a desert island?

JH: Scrabble, Skyrim and Heroes of Might and Magic 3.

RGP: Are we going to see you again in the world of videogame development or is that an area you’ve decided to leave definitely?

JH: I am still making games now… see above about Word Explorer. I am also happy to work with other games if the right opportunities arise. Nowadays I also enjoy the education side of games and sharing my knowledge.
Plus I have an awful lot of music to get online soon too.

Here is a funny video with Jon Hare as protagonist:


 

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

Trackback/Pingback

  1. Filmati introduttivi – Prima Parte | Retrogaming Planet - […] JON HARE – Sensible Software […]
  2. MicroProse Soccer - C64 (1988) | Retrogaming Planet - […] JON HARE – Sensible Software […]

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *