web analytics
   

CABAL – Coin-Op (1988)

VISUALIZZATO 4.639 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

Nel 1988 fa la sua comparsa nelle sale giochi di tutto il globo Cabal un gioco di guerra che condivide con il famosissimo Operation Wolf la casa distributrice (TAITO) e l’impostazione di gioco seppur con qualche sostanziale differenza.

In Cabal abbiamo la possibilita’ di impersonare un solitario guerriero in perfetto stile Rambo che dovra’ attraversare indenne quattro livelli per portare a termine la missione affidatagli.
Ogni livello e’ composto da altrettanti schemi nei quali il nostro amico verra’ letteralmente preso d’assalto da soldati nemici armati fino ai denti, cingolati ed elicotteri che tenteranno di farci la pelle e che noi, a colpi di mitragliatrice e granate (le uniche armi a nostra disposizione all’inizio di ogni livello), dovremo abbattere per passare allo schema successivo.


 

La mitragliatrice in dotazione avra’ colpi illimitati mentre le granate dovranno essere utilizzate con parsimonia per evitare di rimanere a secco nel momento del bisogno…Non crediate sia cosa facile perche’ pur disponendo di un mirino di precisione con il quale mirare appunto al nemico, esso sara’ inizialmente di piccole dimensioni  e perdipiu’ si muovera’ assieme al personaggio rendendoci vulnerabili al fuoco nemico. Pertanto se vorremo spostare solo il mirino dovremo necessariamente mantenere premuto il pulsante di fuoco e spostare il puntatore muovendo il joystick.
Inoltre il nostro soldato potra’ spostarsi solo a destra e sinistra (non e’ consentito avanzare verso il fondo dello schermo), cosa che rende il gioco ancora piu’ difficoltoso  soprattutto quando dovremo evitare i colpi dei soldati nemici  che  spareranno contemporaneamente facendosi talvolta aiutare anche dai carri armati accorsi in loro aiuto!
Fortunatamente dalla nostra parte avremo la possibilita’ di abbattere le palazzine e le installazioni militari presenti sul campo, accumulando punti preziosi e rendendo maggiormente vulnerabili gli avversari che non avranno piu’ alcun posto dietro il quale nascondersi, e aumentare la nostra potenza offensiva raccogliendo i Power Up (granate e fucili con mirino piu’ grande), lasciati gentilmente dai soldati caduti in battaglia, necessari per completare la missione senza perdere vite preziose.
Una barra di energia presente sul lato superiore dello schermo ci indichera’ quanti nemici dovremo ancora uccidere per terminare il livello: quando la barra sara’ completa lo schermo di gioco verra’ completamente ripulito degli avversari rimasti e il nostro soldato, avanzando verso il fondo a passo di una buffissima danza, giungera’ allo schema seguente!

Alla fine dei quattro schemi incontreremo un “boss” finale che dovremo distruggere per poter passare al livello successivo.
I boss che incontreremo sono in ordine:

  • Livello 1: elicottero militare armato con cannoni
  • Livello 2: camion militari che, attraversando lo schermo da destra a sinistra, ci bombarderanno con cannoni montati sul retro
  • Livello 3: cannoni fissi che ad ogni colpo sparato, chiuderanno su se stessi una sorta di saracinesca per difendersi dal nostro fuoco di contrattacco
  • Livello 4: cannoni fissi che ci bombarderanno da ogni direzione possibile

Cabal offre al giocatore una prospettiva tridimensionale a schermata fissa e la possibilita’ di distruggere pressoche’ qualsiasi cosa del paesaggio di gioco: installazioni militari, edifici civili e rocce che inizialmente si creperanno sotto il nostro fuoco per poi crollare irrimediabilmente al suolo lasciando “scoperti” i soldati nemici!
A differenza di Operation Wolf, inoltre, Cabal introduce un’importante modalita’ stealth che rende piu’ strategico e longevo il gioco: infatti il nostro “Rambo” avra’ la possibilità di evitare il fuoco nemico riparandosi dietro a muri presenti all’inizio in  ogni schema, purtroppo utilizzabili solo per pochissimi secondi in quanto primi bersagli che i nostri avversari tenteranno di abbattere (riuscendoci ovviamente) per trasformarci in veri e propri bersagli umani; inoltre avremo la possibilita’ di giocare in coppia con un amico cosi da rendere il gioco un poco piu’ semplice ma altrettanto avvincente grazie alla riduzione dello spazio necessario per muoversi che obbliga i due giocatori a particolari strategie di gioco.
Una volta completati i quattro livelli previsti riceveremo i doverosi complimenti del generale che ci informera’ immediatamente di  un’altra importantissima missione nella quale e’ richiesta la nostra presenza…nemmeno il tempo di riprendere fiato!

Il gioco venne sviluppato dalla TAD Corporation (che l’anno successivo creerà l’ottimo Toki) e distribuito da TAITO in versione Arcade nel 1988 per essere poi convertito e pubblicato  da altre case, sulle piu’ famose console e home computer dell’epoca ovvero Commodore 64, Amiga, Amstrad CPC, Spectrum, PC MS-DOS e Nintendo NES.
Come potrete notare fra poco le versioni Amiga e Atari ST sono graficamente identiche fra loro e le piu’ somiglianti all’originale da sala giochi anche se la versione Atari risulta essere stranamente molto molto lenta. In ogni caso, personalmente, preferisco queste alla controparte arcade quanto a grafica e colori (troppo accesi nella versione da sala) mentre il comparto audio fa bene il suo dovere in tutte le conversioni che ora andro’ a mostrarvi (ma la classica eccezione c’e’ sempre come vedremo).

AMIGA


 

ATARI ST


 

>COMMODORE 64 VER. EUROPEA


 

AMSTRAD CPC


 

ZX SPECTRUM 48 e 128K


 

NINTENDO NES


 

PC MS-DOS


 

Considerando la potenza delle console sulle quali gira il gioco credo di poter affermare quanto segue:

  • Miglior conversione 16 Bit: Amiga
  • Miglior conversione 8 Bit: NES
  • Peggior conversione in assoluto: MS-DOS

Credo che, almeno sull’ultima affermazione (conversione davvero orrenda sotto tutti i punti di vista), nessuno potrà darmi torto…Mi chiedo davvero come CAPCOM possa avere prodotto una ciofeca simile!
Vorrei comunque conoscere le vostre considerazioni in proposito quindi commentate gente e fatemi sapere cosa ne pensate…nel frattempo vi mostro un’interessante versione 3D di Cabal in versione C4 Engine:


 

Non all’altezza dell’originale in effetti, anzi forse addirittura un po’ “piatto” graficamente ma comunque un esperimento che, migliorato e rifinito come si deve, potrebbe diventare un’ottima alternativa 3D del classico da sala!

UPDATE

Vi chiederete come mai nella versione per Commodore 64 ho aggiunto Versione europea vero? Per il semplice fatto che il collega Francesco “GEKIDO” Ugga (caporedattore di Re.BIT)  mi ha appena informato dell’esistenza di una versione americana di Cabal, prodotta da Capcom, davvero orrenda se confrontata a quella europea per la stessa macchina.
Il buon Alessamdro Perlini, caporedattore della sezione Retrogaming e collega di CyberLudus ha gentilmente creato questo video, in esclusiva per Retrogaming Planet, che io ovviamente condivido con tutti voi:


 

Le immagini seguenti invece mi sono state fornite da Luca “TEX” Tessitore, collega di Re.BIT e curatore dell’ottimo blog www.pcretrogames.blogspot.com dedicato al retrogaming su Personal Computer:

Se me lo concedete pero’ ritengo questa versione americana decisamente inferiore alla controparte europea e sinceramente mi chiedo il motivo di tale differenza dato che la macchina sulla quale girano è la medesima!

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

12 Commenti

  1. Moltissimi giochi avevano versioni differenti su C64: questo discorso valeva infatti anche per “Street Fighter” (la versione europea è ingiocabile e inguardabile) e “Double Dragon” (stesso discorso), poi probabilmente ce ne sono anche altri che non conosco! 😉
    Vedo se mi è possibile creare un video per il tuo articolo così possiamo vederlo in azione!

    Ottimo articolo: io adoro “Cabal” e il suo seguito, “Blood Bros.”; mettono addosso una frenesia meravigliosa e la danza di fine livello ricorda vagamente i toni allegri con i quali un’altra famosa serie sulla guerra, “Metal Slug”, ama sdrammatizzare le uccisioni e i massacri assortiti… Che abbiano tratto ispirazione? 😀

  2. Benché della versione PC esista anche una versione EGA 16 colori (qui alcuni screenshot http://www.mobygames.com/game/dos/cabal/screenshots) il discorso di Wopr non fa una piega!!! La versione PC è senza dubbio la peggiore dell’universo e testimonia senza appello l’incapacità, o la mancanza di impegno, degli sviluppatori. Se consideriamo che nello stesso anno sono usciti su PC ottimi titolo come Kings of the Beach, Double Dragon, Zak McKraken, King Quest IV ed il mitico primo episodio della saga di Larry Laffer (il più sfigato playboy della storia dei videogame) … la mancanza di impegno di Capcom e sottostanti team di sviluppo è manifesta … basti vedere la scandalosa conversione di Ghosts ‘n Goblins. Detto questo se per GNG mi sono stracciato le vesti, considero Cabal un titolo abbastanza insulso anche nella sua versione arcade … molto meglio il citato e già recensito, su questo blog, Operation Wolf gradevole anche su PC.
    Come ci dimostrano tanti giochi, a far la differenza non è l’hardware ma la capacità degli sviluppatori, la creatività e l’inventiva :o)

    Good old games rulez …

  3. Io ho giocato dopo 20 anni alla versione C64 USA!
    Praticamente inguardabile e soprattutto ingiocabile!
    Collisioni discutibili monotonia nel gameplay, c’è un piccolo sforzo nell’aggiungere, rispetto alla versione Europea, l’aereo bombardiere, elemento insufficiente ad elevare il gradimento di questa versione.
    I fondali sono leggermente più pittoreschi rispetto alla versione EU, ma non giovano alla valutazione di questa versione assolutamente da ricordare solo come testimonianza del panorama videoludico del Commodore 64 e credo superi in orrore la versione per PC.

  4. Alessandro “Il Notturno” Perlini Wrote:

    Moltissimi giochi avevano versioni differenti su C64: questo discorso valeva infatti anche per “Street Fighter” (la versione europea è ingiocabile e inguardabile) e “Double Dragon” (stesso discorso), poi probabilmente ce ne sono anche altri che non conosco!
    Vedo se mi è possibile creare un video per il tuo articolo così possiamo vederlo in azione!
    Ottimo articolo: io adoro “Cabal” e il suo seguito, “Blood Bros.”; mettono addosso una frenesia meravigliosa e la danza di fine livello ricorda vagamente i toni allegri con i quali un’altra famosa serie sulla guerra, “Metal Slug”, ama sdrammatizzare le uccisioni e i massacri assortiti… Che abbiano tratto ispirazione?

    Infatti a breve preparero’ anche un articolo sul seguito di Cabal….per chiudere il cerchio!

  5. Tex Wrote:

    Benché della versione PC esista anche una versione EGA 16 colori (qui alcuni screenshot http://www.mobygames.com/game/dos/cabal/screenshots) il discorso di Wopr non fa una piega!!! La versione PC è senza dubbio la peggiore dell’universo e testimonia senza appello l’incapacità, o la mancanza di impegno, degli sviluppatori. Se consideriamo che nello stesso anno sono usciti su PC ottimi titolo come Kings of the Beach, Double Dragon, Zak McKraken, King Quest IV ed il mitico primo episodio della saga di Larry Laffer (il più sfigato playboy della storia dei videogame) … la mancanza di impegno di Capcom e sottostanti team di sviluppo è manifesta … basti vedere la scandalosa conversione di Ghosts ‘n Goblins. Detto questo se per GNG mi sono stracciato le vesti, considero Cabal un titolo abbastanza insulso anche nella sua versione arcade … molto meglio il citato e già recensito, su questo blog, Operation Wolf gradevole anche su PC.
    Come ci dimostrano tanti giochi, a far la differenza non è l’hardware ma la capacità degli sviluppatori, la creatività e l’inventiva )
    Good old games rulez …

    Caro Tex se riesci a fornirmi un video della versione EGA posso inserirla nel post…piu’ completo è l’articolo meglio è!
    Fammi sapere….

  6. Francesco Wrote:

    Io ho giocato dopo 20 anni alla versione C64 USA!
    Praticamente inguardabile e soprattutto ingiocabile!
    Collisioni discutibili monotonia nel gameplay, c’è un piccolo sforzo nell’aggiungere, rispetto alla versione Europea, l’aereo bombardiere, elemento insufficiente ad elevare il gradimento di questa versione.
    I fondali sono leggermente più pittoreschi rispetto alla versione EU, ma non giovano alla valutazione di questa versione assolutamente da ricordare solo come testimonianza del panorama videoludico del Commodore 64 e credo superi in orrore la versione per PC.

    Superare la versione PC e’ davvero un’impresa ardua…. 🙂

  7. La versione Amiga era davvero ottima e ci giocai moltissimo!
    Impegno o non impegno dei programmatori con le conversioni per Pc, in quegli anni il 16 bit da gioco migliore era comunque l’Amiga, per lo meno in Europa!

  8. @ Roberto C.:
    Quoto in pieno, riguardo alla bontà e alla superiorità dell’Amiga come macchina da gioco (ancora per un paio d’anni :))!!! Questo però non giustifica il rilascio di conversioni arraffazzonate, fatte unicamente per sfruttare il successo dei coin-op ed accalappiare i soldi dei fan!!

  9. @ WOPR:
    Ho cercato un po’ su youtube e non ho trovato nessun video sulla versione PC/EGA … magari lo faccio io, appena ho un attimo di tempo!

  10. Sono contento che il mio video sia tornato utile! Avrei voluto proseguire ma il file crashava di continuo quindi c’è solo quel primo livello… (E ho pure acquisito un nome nuovo, non ricordavo di chiamarmi Francesco! XD )

  11. Tex Wrote:

    @ WOPR:
    Ho cercato un po’ su youtube e non ho trovato nessun video sulla versione PC/EGA … magari lo faccio io, appena ho un attimo di tempo!

    Non ti preoccupare Tex come vedi abbiamo già risolto! 🙂

  12. Alessandro “Il Notturno” Perlini Wrote:

    Sono contento che il mio video sia tornato utile! Avrei voluto proseguire ma il file crashava di continuo quindi c’è solo quel primo livello… (E ho pure acquisito un nome nuovo, non ricordavo di chiamarmi Francesco! XD )

    Ci mancherebbe Ale, va benissimo cosi!
    Come puoi vedere man mano che recupero materiale o che qualcuno me lo fornisce, provvedo ad aggiornare gli articoli!
    D’altronde il bello dei blog e’ proprio quello di poter integrare gli articoli…. anche quelli vecchi!
    Voglio che WoprBox offra una documentazione piu completa possibile…spero di riuscirci ovviamente! 🙂

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *