web analytics
   

NIBBLER – Coin-Op (1982)

VISUALIZZATO 5.711 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

Proprio oggi, ripensando alla mia adolescenza da videogiocatore, mi sono ricordato il giorno in cui, entrando nel mio bar di fiducia in quel di Serina (la località dove solitamente trascorrevo le vacanze estive da ragazzino e dove cominciò la mia passione per i videogiochi) mi trovai di fronte il coin-op di Nnibbler, storico gioco arcade e antenato del famosissimo Snake, fornito con tutti i vecchi cellulari Nokia!
Se vi sembra strano il fatto di aver trovato un gioco simile in un piccolo bar di montagna vi ricordo che negli anni ’80, TUTTI i bar, grandi o piccoli che fossero, disponevano di almeno un coin op nei propri locali!
Altro che videopoker.

Il Marquee di Nibbler

Il Marquee di Nibbler

Nibbler è un classico videogioco arcade, rilasciato nel 1982 da Rock-Ola Mfg. Corporation, nel quale il serpente protagonista (Nibbler, appunto) deve mangiare tutti i frutti disposti lungo il percorso – labirinto, nel quale è intrappolato, senza mai toccare alcuna parte del suo corpo, pena la perdita di una vita delle tre disponibili.
Il compito è reso più arduo dall’allungarsi dello stesso ogni volta ingoierà un frutto e dall’impossibilità di fermarsi per decidere la strada da intraprendere: infatti l’unica possibilità di riprendere fiato (si fa per dire), sarà quando il serpente si troverà davanti ad un angolo e si fermerà per una frazione di secondo prima di continuare la sua strada.
Da notare che, avanzando nei livelli, la velocità del nostro serpente aumenterà costantemente rendendo il gioco quasi impossibile da portare a termine!
Di seguito un video esplicativo:

ARCADE


 

Nibbler, semplicissimo nel concept ma davvero avvincente e ben fatto tecnicamente, ha riscosso nel tempo un enorme successo che forse nemmeno i programmatori pensavano di ottenere. Infatti non è un caso se, parecchi anni dopo, il gioco verrà riproposto da Nokia (con il nome Snake) per tutti i suoi cellulari riscuotendo lo stesso successo, se non superiore, del suo antenato da sala! personalmente però ritengo le versioni per cellulare decisamente inferiori graficamente alla controparte arcade oltre ad essere decisamente più semplici dell’originale: infatti nella versione mobile il serpente (Snake appunto) non dovrà muoversi in un labirinto seguendo un percorso ben definito ma avrà a disposizione “tutto” lo schermo del cellulare senza alcun ostacolo per muoversi liberamente!

La versione da sala di Nibbler, invece, è costituita da 99 livelli terminati i quali il gioco riprenderà dal livello 80; in pochi infatti sanno che Nibbler non ha fine e risulta essere il primo gioco che consente di raggiungere il miliardo di punti! Tenete conto che il gioco attribuisce dieci punti per ogni livello superato ed ulteriori dieci punti per ogni secondo rimanente al termine di un livello completato.

Come promesso poco sopra guardate questo video e notate l’impressionante velocità del serpente nei livelli avanzati:


 

NOTA: A tal proposito è doveroso sottolineare che l’azienda produttrice di Nibbler decise di regalare un cabinato del gioco a chiunque avesse raggiunto o superato tale punteggio. Inutile dire che ci fu un vincitore, tale Tim McVey, che raggiunse il punteggio di 1.000.042.270 e che riuscì a mantenere imbattuto il record fino al Febbraio del 2009 quando il lo stesso venne superato da Dwayne Richards con 1.004.328.140 punti!

Parlando tecnicamente del gioco possiamo dire che, pur non essendo certamente un capolavoro, Nibbler presenta una grafica coloratissima e ben fatta con animazioni del rettile molto fluide e sonoro piacevole seppure siano presenti soltanto effetti sonori ed alcune tracce musicali molto basilari di sottofondo (Perlopiù pezzi famosi di ballo liscio, riprodotti con un solo strumento in versione molto semplificata rispetto al pezzo originale).
Il coin-op risulta decisamente avvincente e porta il giocatore a non staccarsene troppo facilmente. Vi assicuro che capire il percorso esatto da seguire per terminare con successo ogni livello nel minor tempo possibile è una sfida che vi terrà incollati al monitor per parecchio tempo! Inoltre la voglia di terminare i quadri e di “sfidare” se stessi e le proprie capacità fanno di Nibbler uno dei giochi piu gettonati di quei tempi!

Nibbler è stato convertito esclusivamente per AMSTRAD CPC ed APPLE II seppur con risultati decisamente lontani dall’originale da sala:

AMSTRAD CPC


 

Un titolo sicuramente da provare se non altro per capire con quali videogiochi ci divertivamo noi ragazzini negli anni ’80! Purtroppo per provarlo oggi dovremo affidarci al coin op originale (qualora riuscissimo ancora a trovarne uno), al caro e buon vecchio MAME o, in alternativa, dotarci di un Amstrad CPC o Apple II: le uniche macchine (purtroppo) per le quali è stato Nibbler è stato convertito!

ULTERIORI APPROFONDIMENTI

Tim McVey (Campione di Nibbler) parla del gioco in questo FILMATO

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica!
Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

Trackback/Pingback

  1. LIBRO - VITE INFINITE - Diego K. Pierini | RETROGAMING PLANET - […] l’heavy metal, il pallone ed i fumetti. Interessante il ricordo del primo incontro con lo storico NIBBLER e sicuramente…

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *