web analytics
   

VISUALIZZATO 5.387 VOLTE

 

OUT RUN – All versions (PRIMA PARTE)

Print Friendly, PDF & Email

La maggior parte dei lettori di questo blog verseranno senz’altro una lacrimuccia virtuale solo sentendo nominare questo capolavoro Sega…
I ricordi che affiorano sono di tempi in cui le macchine da sala erano lontani anni luce, in termini di potenza, dalle console casalinghe, di sale giochi fumose con il gestore in canottiera (e rigorosamente con la sigaretta in bocca, of course) che ti cambiava le 200 lire in gettoni con la voglia tipica di chi viene disturbato mentre si guarda attentamente la partita di calcio sul suo bel televisorino Mivar ma soprattutto del ragazzino saccente (sempre presente dietro di noi) che, nei momenti di difficoltà, cominciava a martellarti con i suoi Vuoi che te lo finisca io il livello?” “Io l’ho già fatto, è facilissimo ma se non riesci te lo passo io il Boss poi tu continui!” fino a che tu, stremato dalla sua insistenza, gli cedevi il posto, per poi rimpiangerlo subito dopo!

Il gioco in questione usci nel 1986 e fu subito un gran successo…Dovunque andavi, dalla sala giochi della grande città (grande ASTRAGAMES in Piazza Duomo a Milano ormai defunta) al più piccolo baretto del paese, il cabinato di Out Run era d’obbligo, nella sua versione Base, quindi il classico cassone con schermo, volante, pedali, cambio a due velocità e l’obbligo di giocare in piedi, oppure la versione Full Optional completa di abitacolo stilizzato della Ferrari, volante con force feedback (forse uno dei primi…o il primo), pedali, cambio e due diffusori posizionati dietro la testa del pilota che, grazie alla splendida colonna sonora, davano davvero il senso di viaggiare in autostrada con i capelli accarezzati dal vento!

Il successo di Out Run è stato tale che praticamente tutte le console e gli home computer esistenti hanno avuto la loro brava conversione fatta più o meno bene a seconda dei casi; anzi direi più la seconda tranne qualche caso sporadico… Per fare in modo che possiate giudicare voi stessi la qualità della varie trasposizioni del gioco, ho pensato di inserire una carrellata di video delle conversioni più famose realizzate dall’uscita del gioco originale ad oggi!

Apriamo le danze:

ARCADE


 

COMMODORE 64


 

MSX


 

AMSTRAD CPC


 

PC ENGINE


 

ATARI ST


 

AMIGA


 

SEGA MEGADRIVE/GENESIS


 

SATURN


 

Come avrete notato Out Run è stato convertito per TUTTE le console e home computer con risultati quasi mai vicini alle aspettative…in particolare volevo sottolineare la conversione Amiga, davvero orrida e al contempo la versione Saturn, la migliore!!

Ora però mi chiedo una cosa una cosa: è normale dover aspettare dieci anni per avere una versione identica all’originale? E’ normale non riuscire a convertire su macchine odierne, che macinano giochi pesantissimi, un gioco del 1986?
Certo l’hardware su cui girava Out Run era davvero potente e i ragazzi Sega hanno fatto un miracolo di programmazione ma…si parla pur sempre di 1986!!! Oggi abbiamo macchine ben più performanti eppure nemmeno Sega è riuscita ad eguagliarsi nè tantomeno riuscire a riprodurre sulle sue console una CONVERSIONE DECENTE fino alla versione Saturn…MAH, MISTERI DELLA PROGRAMMAZIONE!

Ora giudicherete voi ma sinceramente non invidio i ragazzi di oggi possessori di macchine potentissime che riescono a riproporre, come nulla fosse, il gioco appena uscito in sala…guardate cosa abbiamo dovuto subire e quanto abbiamo dovuto aspettare noi per una conversione degna di questo nome! Nessuno aveva un termine di paragone su home computer o console quindi quello che ci veniva proposto dalle software house si acquistava e si giocava augurandosi solamente di poter giocare, prima o poi, a casa propria con una versione identica all’originale…

E fortunatamente, seppur dopo dieci anni, è successo…

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

3 Commenti

  1. In realtà manca anche la versione PC di cui prontamente vi propongo il link:

    http://www.youtube.com/watch?v=sd-TeU7QDRo

    Mi ricordo di averci giocato assai ai tempi e, a parte il sonoro penoso (come potrete constatare di persona), devo dire che fu fatto un buon lavoro. Ovviamanete nulla a che vedere con il coin-op ma in ogni caso si lasciava giocare.

    I sistemi da bar, per la loro specificità, sono sempre stati avanti ai sistemi casalinghi e quindi la conversione perfetta, nell’ambito della stessa generazione è quasi impossibile. Oggi giorno le cose sono un po’ cambiate poiche’ i cassoni molte volte racchiudono hardware che altro non è che una versione leggermente modificate delle console casalinghe, ma ai tempi non funzionava così (ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti).

    Nell’ambito delle conversioni “impossibili” quindi tutto stava nelle mani dei programmatori a cui il lavoro veniva affidato. Se queste erano sapienti si otteneva un buon risultato e, nonostante i limiti e le inevitabili semplicazioni ci si portava a casa un gioco che rendeva onore al coin-op originale.
    Se invece la conversione era affidata a programmatori le cui mani erano guidate da avvoltoi che semplicemente volevano sfruttare la popolarità dell’arcade allora i risultati sono sotto gli occhi di tutti, ed il tuo speciale ne fornisce una perfetta sintesi.

    Concludo parlando della conversione perfetta dedicata al Saturn. Effettivamente 10 anni per ritrovarsi a casa un conversione 1:1 dell’originale sono tanti, è molto probabile però che fino ad allora nessuno (a parte noi giocatori amarcord) ne sentisse la necessità. Meno male che i colossi del software hanno capito che esistiamo anche noi che, pur non disdegnando poligoni, texture e bump mapping, siamo e restiamo amanti del pixellone. Non lo fanno “aggratis” ma almeno lo fanno :o)

    Avremo qualche capello in meno sulla testa ma una partita ad Out Run non si rifiuta mai!!! LOL

  2. Ottimo!!!
    Ma cosa ne dici di un bel post a riguardo sul tuo blog? Io sarei uno dei primi a fiondarmi a leggerlo!!!

    A presto!

Trackback/Pingback

  1. Out Run...Quale Versione? (Seconda Parte) | Retrogaming Planet - [...] Se siete lettori di Retrogamihng Planet fin dai suoi albori sicuramente non vi sarete persi l’articolo relativo al capolavoro…
  2. Continental Circus (1987 - ARCADE) | Retrogaming Planet - [...] di Out Run… (se volete farvi un’idea di cosa sto parlando fate riferimento a questo mio ARTICOLO sul titolo…
  3. ACTIVATOR, l'antenato del Kinect marchiato SEGA | Retrogaming Planet - [...] anno prima però, precisamente nel 1993, la casa che ha dato i natali al meraviglioso OUT RUN, immette sul…

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *