web analytics
   

MICROPROSE SOCCER – Commodore 64 (1988)

VISUALIZZATO 2.416 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

Nel lontano 1988 (ormai preistoria nel mercato videoludico) fece la sua comparsa sugli schermi dei nostri amati COMMODORE 64, il gioco che potremo definire “antenato” del famosissimo SENSIBLE SOCCER per Amiga: MICROPROSE SOCCER ad opera della Sensible Software capitanata da JON HARE e CHRIS YATES.

LEGGI ANCHE: INTERVISTA A JON HARE

Premettendo che Microprose Soccer fa parte di quei titoli dei quali si può dire ben poco che non sia già stato detto dall’anno della pubblicazione, ricordiamo che il titolo, ideato da Jon Hare, risulta essere il classico gioco di calcio con visuale dall’alto che colpisce, però i giocatori grazie alla sua fluidità di gioco ed al divertimento che riesce ad offrire, soprattutto se giocato in coppia con un amico; inoltre il titolo Sensible prevede un metodo di controllo davvero originale che, a volte, potrebbe rendere più difficoltoso il tutto!
Stiamo parlando dell’utilizzo di un singolo pulsante per effettuare tutte le operazioni principali (caratteristica che peraltro verrà ripresa qualche anno dopo dal fortunato KICK OFF di Dino Dini) ovvero:

  • Premendo delicatamente il pulsante otterremo un semplice passaggio
  • Premendo il pulsante con più forza effettueremo un tiro
  • Mentre effettuiamo un tiro, teniamo premuto lo stick in una direzione diagonale per dare alla palla la direzione desiderata

Il gioco consente di giocare partite amichevoli fra due giocatori umani o disputare, in singolo, partite di campionato (e quindi contro il computer) nelle due versioni outdoor (11 giocatori su erba) o calcetto americano indoor (6 giocatori in interno). Nelle impostazioni iniziali potremo scegliere se attivare i cambiamenti climatici durante l’incontro, regolare la sensibilità del Banana Power, impostare la durata dell’incontro, attivare o meno i replay e decidere se attivare il sottofondo musicale durante la partita. Infine, la presenza delle opzioni di salvataggio e caricamento della posizione di gioco, per evitare di dover ricominciare il campionato o torneo dall’inizio ogni volta che accendiamo il computer.
Nella schermata successiva invece ci verrà chiesto di scegliere il nome della nostra squadra, il colore della maglia ed un’eventuale secondo colore della stessa. Terminate le configurazioni base siamo pronti per cominciare la partita sia essa amichevole contro un amico o parte del campionato!
Partecipando alla modalità Campionato, prima di disputare il nostro incontro, potremo vedere gli esiti delle partite dei nostri avversari, semplicemente cliccando sulla voce Play Ball: ci verrà mostrato il risultato finale della partita cosi da poter fare le nostre valutazioni personali sulla potenza tecnica delle squadre avversarie che andremo ad affrontare.
Una caratteristica molto apprezzata da tutti i giocatori di Microprose Soccer, è la fase di Replay: quando una squadra farà rete infatti, subito dopo la comparsa della scritta GOAL! in primo piano, il gioco mostrerà il replay dell’azione, in bianco e nero e con un effetto di “riavvolgimento nastro” degno delle migliori trasmissioni calcistiche dell’epoca.

Per farvi un’idea di quanto appena detto, guardate il video qui sotto dal minuto 6:22 in poi:

Se proprio volessimo fare i pignoli potremmo obiettare che la palla, durante i passaggi o i tiri, non gira su se stessa ma rimane ferma (cosa che invece avviene sulla versione Amiga); credo però che una simile “mancanza” poco interessi agli appassionati di titoli calcistici, soprattutto se tali giochi risultano divertenti e ben fatti come il titolo Sensible.
MicroProse Soccer, pubblicato su floppy disk per Commodore 64, è stato convertito per molti sistemi dell’epoca tra i quali ZX Spectrum, Amstrad CPC, Amiga e MS-DOS. Le conversioni non sono state realizzate dalla Sensible Software ma da software house “di terze parti” ed infatti alcune differenze, rispetto all’originale per Commodore 64, si vedono (sia in positivo che in negativo ovviamente):

  • Nella versione AMIGA il giocatore in possesso di palla viene identificato da una freccia mentre nella versione originale il giocatore lampeggia; il pallone gira su se stesso durante un tiro o passaggio e la grafica generale risulta migliorata (ovviamente) pu rimanendo molto simile alla versione originale (infatti per questa conversione i programmatori hanno creato un emulatore del processore 6502 e trasferito il codice del gioco dalla versione C64 alle versioni 16 bit per Amiga e Atari ST)
  • Per lo ZX Spectrum, oltre alla enorme differenza in termini grafici, i programmatori hanno eliminato la sequenza del Replay
  • Versione AMSTRAD graficamente molto simile alla conversione Spectrum ma sequenze di replay presenti (con effetto riavvolgimento” in bianco e nero)
  • La versione MS-DOS risulta graficamente più colorata ma in quanto a dettagli, inferiore alla controparte Amiga; velocità di gioco veloce e presenza di Replay con sequenza riavvolgimento nastro in bianco e nero, come nella versione C64

Di seguito, come di consueto, i filmati delle varie versioni disponibili:

ZX SPECTRUM



 

AMSTRAD CPC



 

AMIGA



 

MS-DOS



 

Per concludere il gioco risulta davvero ben fatto: grafica colorata e fluida, giocatori definiti (sempre considerando la macchina sul quale il titolo gira) e divertimento alle stelle!
Con il senno di poi non si può non notare una netta somiglianza con quello che, qualche anno dopo, sarebbe diventato il titolo calcistico più giocato su Amiga ovvero il mitico SENSIBLE SOCCER del quale Microprose Soccer (come già detto ad inizio articolo) risulta essere il diretto antenato!
Ovviamente sempre ad opera della Sensible Software…

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

6 Commenti

  1. Proprio qualche mese fa dopo anni ed anni ho messo finalmente le mani sulla mia prima copia originale di Micro Soccer (come lo chiamavamo all’epoca)! Top assoluto del calcio su C64…

  2. Invidia 🙂

    Invece la mia copia originale di Micro Soccer, purtroppo, è andata distrutta qualche anno fa per una serie di vicissitudini…

    Ma non mi dò per vinto, in qualche modo riuscirò a rientrare in possesso di questo storico gioco!

  3. Io invece non ho mai amato molto MS. L’ho giocato estensivamente su ben tre piattaforme – C64, Spectrum e Atari ST – e in tutti e tre i casi la mia impressione è stata la stessa: stile più che sostanza. Si presenta abbastanza bene dal punto di vista grafico e sonoro, ma come giocabilità è davvero limitato: praticamente impossibile segnare su azione, tutto quello che si deve fare è “spingere” la palla fino agli estremi dell’area di porta e tirare in diagonale sperando di battere il portiere. Titoli usciti nello stesso periodo come Emlyn Hughes International Soccer o Match Day II, per tacere di Kick Off, danno ben altro coinvolgimento e sensazione di realismo.

    Non che MS sia male, semplicemente mi sembra, ora come allora, un titolo alquanto sopravvalutato.

  4. Ciao Alessandro,

    io ritengo invece MS un buon gioco, certo non ai livelli di quelli da te citati (Kick Off in primis) ma sicuramente un titolo ben fatto…Sicuro è che con Sensible Software, Hare e soci si sono migliorati parecchio, su questo credo converrai con me.

    In ogni caso l’apprezzamento di un gioco (soprattutto un gioco di calcio) è assolutamente soggettivo quindi ben vengano le opinioni diverse sopratutto se giustificate…come del resto hai fatto tu!

    Grazie dell’intervento 🙂

  5. Ho giocato con mio fratello a questo gioco x secoli. Insieme ad Emlyn Huges International Soccer era il nostro gioco di calcio preferito su C64, fino all’avvento dell’Amiga con Kick Off 2 di Dino Dini. Mitico Banana Power !!!!

  6. Be hai citato tre mostri sacri dei giochi di calcio… 🙂

    Per quanto mi riguarda, Microprose Soccer su C64 prima e Kick Off e Sensible Soccer su Amiga dopo.

    COMUNQUE TUTTI TITOLI IRRAGGIUNGIBILI…ANCORA OGGI…

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *