web analytics
   

SUPER MONACO GP – Mega Drive (1989)

VISUALIZZATO 1.911 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

Tutti coloro che alla fine degli anni ’80 frequentavano le sale giochi, avranno giocato a SUPER MONACO GP storico gioco di guida firmato Sega e diretto sequel di quel Monaco GP con visuale dall’alto, datato 1979. Il gioco in versione Arcade, pubblicato nel 1989, raggiunse un enorme successo grazie all’ottima giocabilità unita ad una realizzazione tecnica di tutto rispetto e pertanto una conversione per i sistemi casalinghi dell’epoca divenne obbligatoria.
 

ARCADE


 

Super Monaco GP infatti viene rilasciato per Sega Mega Drive nel 1990 e subito si rivela un successo nonostante le differenze (principalmente) grafiche con la controparte arcade: il gioco offre i sedici circuiti classici, presenti anche nella versione Coin-Op da affrontare in sequenza ognuno con le proprie fasi di qualificazione, oltre alla possibilità di disputare il World Championship ovvero la classica modalità carriera.
In questa modalità sono presenti quattro classi (ovvero A,B,C,D) dove naturalmente la classe A sarà la più rinomata e potente e D la più scarsa; il nostro pilota dovrà fare la cosiddetta “gavetta” cominciando a correre dalla Minarae, una scuderia inserita nel gruppo C, per raggiungere la classi più alte nelle quali gareggiano le scuderie Madonna (Mc Laren) e Firenze (Ferrari).
Immagino abbiate capito che i nomi della scuderie risultano completamente storpiati in quanto Sega non ha acquistato le licenze ufficiali per l’utilizzo dei nomi delle vetture originali.
&nsbp;

SEGA MEGA DRIVE


 

Al termine di ogni qualificazione ci verrà chiesto di scegliere un avversario, a scelta fra le quattro classi disponibli, contro il quale gareggiare. Se riusciremo a battere per due volte consecutive il nostro rivale, la casa avversaria ci metterà sotto contratto ma nel caso contrario retrocederemo inesorabilmente!
Vi assicuro che l’impresa non sarà delle più facili nonostante il gioco offra una buona calibrazione della difficoltà di gioco oltre alla possibilità di interrompere la partita per riprenderla successivamente grazie ad un sistema di inserimento password (in verità sembrano più codici della NASA che password di un videogioco ma tant’è…).

Il gioco in sé è davvero ben fatto: giocabilità ottima, grafica colorata e gradevole (seppur orfana degli oggetti in sprite scaling a bordo pista e dell’unico effetto parallasse presente sui fondali nella versione arcade), fluida e senza alcun rallentamento.
La sensazione di velocità è davvero buona e l’atmosfera “da Formula Uno” resa magnificamente anche grazie agli ottimi effetti sonori che accompagnano la gara.
Per controllare la vettura potremo scegliere, come nel coin-op, fra cambio automatico a quattro marce, cambio manuale quattro marce o manuale a sette marce: inutile dire che quest’ultima opzione è per i giocatori davvero esperti in quanto offre la migliore esperienza di gioco.

Se consideriamo che tutto ciò gira su un semplice Mega Drive (e non una scheda da sala ben più potente), non possiamo che ritenerci soddisfatti del lavoro svolto da Sega! Vorrei farvi notare che, personalmente, ritengo questa versione (ma in generale tutte le conversioni del gioco per sistemi a 16 bit) decisamente meno confusionaria e più dettagliata della controparte arcade che, a causa dell’effetto sprite scaling, offre una realizzazione grafica più realistica ma generalmente “meno pulita” della controparte casalinga.
Questa, ovviamente, è solo una mia opinione personale chiaramente contestabile.

Come dicevo ad inizio articolo, Super Monaco GP è stato convertito per numerose console ed home computer; di seguito quindi una breve carrellata delle versioni disponibili per darvi la possibilità di confrontare le varie versioni:
 

ZX SPECTRUM


 

COMMODORE 64


 

SEGA MASTER SYSTEM


 

AMSTRAD CPC


 

AMIGA


 

Come avete potuto vedere il gioco risulta ben fatto e giocabilissimo su quasi tutte piattaforme utilizzate anche se ritengo che la versione Mega Drive sia alla fine dei conti quella che più si avvicina alla bellissima versione arcade.
Un gioco pertanto da provare (o rispolverare per alcuni di noi) in versione Arcade o, più facilmente, in versione casalinga, magari su un fiammante Mega Drive originale!

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *