TUTORIAL: Utilizzare il PC come Hard Disk del Commodore 64!

VISUALIZZATO 11.400 VOLTE

 

Dopo aver realizzato la guida per il dumping dei giochi Amiga pensavo di potermi ritenere soddisfatto per essere riuscito a riportare in vita il mio A1200 ma evidentemente mi sbagliavo!

Durante la Reunion Simulmondo che si è tenuta il 20 marzo a Bologna, infatti, ho conosciuto il buon Paolo Canonici (anche se in realtà lo avevo già conosciuto “via mail”), Direttore Tecnico della software house Imagimotion di Roma, che mi ha informato della possibilità di connettere il Commodore 64 al PC ed utilizzare quest’ultimo come un grande Hard Disk per la macchina Commodore!

Per fare questo abbiamo bisogno di:

  • Cavo X1541 (tra poco spiegherò come realizzarlo)
  • Pentium I-II-III Desktop o notebook non superiore ad 1 Ghz di velocità dotato di porta
    seriale
  • Windows 98-2000
  • Un floppy disk formattato
  • Commodore 64 prima o seconda versione (Biscottone o C64 New) funzionante
  • Roms dei giochi per Commodore 64 (scaricabili da Internet)
  • Programma 64HDD (scaricabile da internet)

 

COSTRUZIONE DEL CAVO X1541

Per costruire il cavo X1541, fondamentale per realizzare il nostro progetto, abbiamo bisogno di:

  • 1 connettore DIN a 6 pin maschio da collegare alla porta seriale del Commodore 64
  • 1 connettore CANNON maschio a 25 pin con contenitore da collegare alla porta parallela del PC
  • Almeno 1 metro di cavo per collegamenti a 5 poli schermato
  • Forbice spellafili
  • Saldatore elettrico a punta fine
  • Stagno per saldatura

Per collegare correttamente tutti i pin seguite lo schema qui sotto (ma fatelo solamente se sapete quello che state facendo e fate MOLTA ATTENZIONE alla punta del saldatore che sarà bollente!)

Lo schema dei connettori appartiene al Dott. Bertinetto Davide che pubblicamente ringrazio

Fatto questo dovremo preparare l’occorrente sul PC per poi effettuare i collegamenti!
Cominciamo col creare un dischetto di avvio in DOS dato che il programma 64HDD risulta funzionante solo questo ottimo, seppur datato, sistema operativo:

  • Inseriamo un floppy nel lettore del nostro PC
  • Clicchiamo su Risorse del computer e poi premiamo il tasto destro del mouse selezionando l’opzione Formatta
  • Scegliamo Crea disco di avvio in MS-DOS e attendiamo il completamento della procedura
  • Una volta creato il floppy d’avvio togliamolo dal lettore e teniamolo da parte

 

Ora dobbiamo installare il programmino che servirà a far comunicare il Commodore 64 e il PC:

  • Cercate in rete il programma 64HDD (Non vi posto il link ufficiale perchè lì troverete solo la versione a pagamento ma, facendo una ricerca in Google, troverete anche la relativa versione gratuita!)
  • Scaricate il programma ed installatelo nella directory C:
  • Scaricate le immagini dei giochi per Commodore 64 dalla rete (in formato .D64 o .T64) ed inseritele in una cartella del programma (io le ho inserite nella cartella DEMOFILE)

Ora spegnete il PC in quanto dovremo procedere ad effettuare i collegamenti necessari per cominciare!

  • Collegate il cavo X1541 alla porta seriale del Commodore 64 e dall’altro lato alla porta parallela del PC
  • Inserite nel PC il floppy d’avvio che avete creato in precedenza
  • Accendete entrambe le macchine

 

RICORDATE DI ENTRARE NEL BIOS DEL PC E IMPOSTARE LA PORTA PARALLELA SU UNIDIRECTIONAL O BIDIRECTIONAL E SETTARE IL FLOPPY DISK COME DISPOSITIVO D’AVVIO ALTRIMENTI NON FUNZIONERA’ NULLA!
 

A questo punto vedrete che il PC caricherà dal floppy i files necessari all’avvio del DOS e in poco tempo vi troverete davanti al classico prompt mentre sul Commodore 64 avrete la famigerata schermata del Basic con il cursore lampeggiante sotto la scritte READY.

Ora dovrete portarvi nella directory dove avete installato il programma 64HDD e al prompt scrivete:

  • C: e premete Invio
  • Se avete installato il programma 64HDD in C: scrivete CD 64HDD e premete Invio
  • Al prompt C:\64HDD scrivete GO64HDD -xyz e premete ancora Invio

A questo punto si visualizzerà una schermata che vi mostrerà le cartelle del programma installato numerandole come se fossero dei veri drive del Commodore 64.
Ad esempio vedrete il drive 9 con il percorso relativo:

[9] C:\64HDD\DEMOFILE

Ora andate sul Commodore 64 e digitate i comandi per caricare le immagini contenute nella cartella DEMOFILE a sua volta contenuta nel drive 9:

  • LOAD “$” ,9 e premete Invio
  • Scrivete LIST e poi Invio

Ora vedrete una lista dei file contenuti nella cartella DEMOFILE del drive 9 (ovviamente i file immagine dei giochi dovranno avere estensione .D64 o .T64); scegliete il titolo da caricare scrivete:

LOAD “TitoloDelGioco.D64” ,9

Ora il Commodore visualizzerà il contenuto della cartella relativa al gioco che avete scelto (quindi mostrerà il file del gioco con estensione .FIL ed, eventualmente altri file necessari al funzionamento del gioco) mentre su PC vedrete che il percorso di prima

[9] C:\64HDD\DEMOFILE\

è cambiato in:

[9] C:\64HDD\DEMOFILE\TitoloDelGioco.D64

A questo punto sul Commodore 64 digitate:

  • LOAD “*” ,9 (se il file del gioco è l’unico file presente nella cartella del gioco) e premete Invio
  • LOAD “TitoloDelGioco.D64” ,9 (se sono presenti più file nella cartella) e premete Invio

In pratica con il primo comando si chiede al Commodore 64 di caricare il primo file della lista mentre con il secondo si chiede di caricare un file specifico!

Dopo aver premuto invio sul Commodore apparirà:

LOADING READY

A questo punto scriviamo

RUN

…e godiamoci il gioco!
 

Non spaventatevi se la procedura sembra macchinosa: in pratica è davvero molto semplice e veloce e consente, a chi non possiede il Drive 1541 o il Datassette Commodore, di godersi ugualmente i giochi del C64 con l’emozione di vederli però girare su una macchina reale e non su emulatore!

© Copyright 2009 - 2018 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo