SPECIALE – NINTENDO GAME BOY: una piccola grande console!

VISUALIZZATO 5.628 VOLTE

 

Da qualche anno a questa parte siamo abituati ad avere a che fare con console portatili in grado di far girare giochi che nulla hanno da invidiare a quelli per console classiche o macchine arcade. Un ottimo esempio di quello che sto dicendo è Gran Turismo per PSP, di gran lunga superiore a Gran turismo 2 per Playstation One e, per certi versi, paragonabile a Gran Turismo 3 per Playstation 2!
Un altro esempio ancor più eclatante è dato dall’ottimo New Super Mario Bros per Nintendo WII che, paradossalmente, esce DOPO l’ottima versione per Nintendo DS

Anni fa, invece, avveniva l’esatto contrario ovvero venivano prodotte prima le versioni da sala, subito dopo quelle per console casalinghe e per ultime (ma non obbligatoriamente) le versioni per console portatili (A volte, però, davvero mostruose e non in senso positivo)!

Probabilmente molti di noi hanno rimosso dalla propria memoria quegli anni nei quali esisteva davvero una netta differenza fra le varie macchine disponibili sul mercato e molte volte possedere l’una o l’altra macchina poteva davvero fare la differenza in termini di divertimento. Molti giocatori, che oggi denigrano le console portatili, hanno dimenticato le ore trascorse a giocare con una piccola grande console che può vantarsi di avere davvero cambiato il modo di concepire il gaming portatile!
Di quale console sto parlando? Ovviamente del mitico Nintendo Game Boy o Game Boy Color e successivamente Game Boy Advance (Ho volutamente tralasciato il Nintendo DS in quanto non considerato dal sottoscritto come Retroconsole)
Se vi siete dimenticati tutto questo rinfrescatevi la memoria con i video di alcuni games che più mi hanno colpito per quanto riguarda la realizzazione tecnica (naturalmente questi sono solo alcuni titoli fra tutti quelli disponibili, potrete quindi indicarmene altri commentando l’articolo; provvederò ad inserirli uno ad uno nel post)!
Di seguito trovate il video della versione originale (arcade o casalinga) seguita dalla relativa conversione portatile:

RESIDENT EVIL – PLAYSTATION

RESIDENT EVIL – GAMEBOY COLOR

Resident Evil per Gameboy non può certamente reggere il confronto con la versione per la console Sony e sarebbe assurdo il contrario! D’altronde le specifiche tecniche della Playstation sono di gran lunga superiori alle stesse del piccolo Nintendo…
In ogni caso a parte l’assoluta mancanza di parlato digitalizzato, la grafica in bassissima risoluzione ed una esasperante lentezza nei movimenti dei personaggi, non si può non notare l’assoluta somiglianza delle locazioni di gioco nelle due versioni e la cura posta nella loro realizzazione!
Un titolo con molti difetti che, in versione portatile, può comunque regalarci parecchie emozioni!
 

STREET FIGHTER II – ARCADE

STREET FIGHTER II – GAMEBOY

In questo caso mi sembra sia stato fatto un lavoro egregio di conversione…Considerae le ridottissime risorse del Gameboy la conversione di Street Fighter II risulta essere ben fatta soprattutto sul lato grafico (pur essendo in bianco e nero)…i personaggi infatti sono ben disegnati cosi come i fondali, pur non disponendo di alcune effetto di parallasse!
Anche il comparto audio si attesta su buoni livelli pur rimanendo nello standard Gameboy con le sue ridotte risorse audio.
Infine l’ottima velocità di gioco lo pone addirittura una spanna sopra alla versione Amiga (da buon amighista mi duole dirlo ma…la conversione di SFII per Amiga è davvero orrenda, considerate le possibilità della macchina Commodore, soprattutto per quanto riguarda la fluidità di gioco davvero oscena)!
 

SUPER STREET FIGHTER II – ARCADE

SUPER STREET FIGHTER II – GAMEBOY ADVANCE

Grafica ottima e velocità di gioco superiore alla versione arcade per una conversione che spreme a dovere il piccolo Advance…Se tralasciamo la sezione audio, comunque ben fatta, possiamo dire di avere fra le mani un’ottima versione del nostro picchiaduro preferito!
 

STREET FIGHTER ALPHA 3 – ARCADE

STREET FIGHTER ALPHA 3 – GAMEBOY ADVANCE

E’ impossibile fare confronti fra le due versioni qui proposte vista l’enorme differenza in ternmini di potenza hardware fra le due macchine che ospitano il gioco…
Presa singolarmente però la versione per GameBoy Advance è davvero ottima: grafica splendida e dotata di parallasse, sfondi animati, personaggi ben caratterizzati e audio ben fatto!
Forse potremmo fare una piccola critica alla velocità di gioco ed ai frequenti rallentamenti dovuti ad un eccessivo affollamento su schermo ma è anche vero che poter disporre di un titolo simile in versione portatile giustifica da solo l’acquisto del gioco.
Insomma una conversione da non lasciarsi sfuggire!
 

OUT RUN – ARCADE

OUT RUN – GAMEBOY ADVANCE

Che dire?? Un conversione quasi Arcade Perfect!
Grafica splendida e fluida, velocità di gioco altissima e sezione audio curata e riarrangiata per meglio adattarsi alle risorse audio del piccolo Nintendo!
 

TEKKEN TAG TOURNAMENT – PLAYSTATION 2

TEKKEN ADVANCE – GAMEBOY ADVANCE

UN CAPOLAVORO!! Nessuno credeva che il Gameboy Advance potesse far girare un gioco di tale portata…invece Namco, come ai tempi di Tekken 3 su Playstation, riesce nel miracolo e tira fuori dal cilindro una conversione di tutto rispetto!
Tekken Advance, ispirato a Tekken Tag Tournament per Playstation 2 (come potrete vedere dai titoli di testa e dalla schermata di selezione del personaggio) possiede tutto quello che si potrebbe desiderare da un titolo simile in versione portatile: grafica superba, fluidità altissima e colonna sonora ben fatta!
Un titolo che non può mancare nella collezione di ogni giocatore che si rispetti!
 

Come dicevo all’inizio dell’articolo questi sono solo alcuni dei numerosissimi titoli che hanno colpito la mia attenzione nel corso degli anni, vuoi per l’estrema somiglianza con le controparti arcade o domestiche, vuoi per una innata passione per le console portatili e tutti i giochi per esse prodotti!
Siete quindi tutti invitati a proporre titoli, links o video dei titoli che ritenete non possano mancare nella collezione di ogni appassionato del Gameboy Nintendo in tutte le sue incarnazioni!

Un piccolo consiglio da retrogamer: riprendete in mano, se ne avete la possibilità, il vostro piccolo Nintendo e rigiocate un’ultima volta ai titoli che hanno reso grande questa macchina; a parte il fatto che vi sentirete assolutamente “vecchi” nel rigiocare titoli di quasi 20 anni fa, vi assicuro che il tempo speso verrà ripagato dall’emozione assolutamente unica che solo i vecchi videogiochi sanno trasmettere!
 

Clicca sulla freccia per vedere i giochi suggeriti dai lettori

GUARDA IL VIDEO DEL GIOCO SUGGERITO DA Giuseppe “Psyborg” Esposito
© Copyright 2009 - 2018 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo