I mattoncini LEGO compiono 60 anni!

VISUALIZZATO 752 VOLTE

 

Negli ultimi anni avrete sicuramente notato la presenza di varie infografiche, realizzate dagli amici di STAMPAPRINT, in occasione di alcune ricorrenze dedicate ai videogiochi più famosi: TETRIS, PAC MAN e FINAL FANTASY sono alcuni di questi.
Oggi però non ricorderemo alcun videogioco o un personaggio ad esso dedicato bensì un giocattolo, di quelli “veri”, che chiunque sulla faccia della terra credo abbia utilizzato almeno una volta nella vita. Stiamo parlando del LEGO e dei suoi famosi mattoncini che hanno accompagnato l’infanzia di tutti i bambini e che, proprio quest’anno, compiono 60 anni!


 

L’azienda, fondata nel 1916 da un falegname danese, tale Ole Kirk Kristiansen, si occupava della costruzione di abitazioni e arredi interni per le fattorie della regione. A causa di un incidente provocato da uno dei due figli, però, nel 1924 la bottega andò a fuoco. Kristiansen, senza darsi per vinto, decise di ricostruirla più grande di prima cercando di diminuire i costi di produzione, fabbricando i suoi prodotti in dimensioni ridotte, in modo da velocizzare il processo di progettazione. Kristiansen non poteva certo saperlo ma queste miniature furono l’ispirazione per la produzione di giocattoli, che sarebbe cominciata a breve, e la base per la creazione di un vero e proprio impero…

Il marchio Lego prima versione…


 

Nel 1932 il falegname cominciò infatti a fabbricare giocattoli come automobili e camion in miniatura e nel 1934 coniò il nome LEGO, unendo le parole danesi leg godt ovvero gioca bene. Nel frattempo, con l’introduzione della plastica, l’azienda cominciò a produrre il primo giocattolo modulare ovvero un camion scomponibile. Successivamente le parti che componevano questi giocattoli modulari, divennero dei veri e propri mattoncini. Da qui l’intuizione!
Nel 1947, infatti, l’azienda creò i primissimi esemplari di mattoncini assemblabili in plastica ma solo nel 1949, ne avviò la produzione. Contrariamente a quanto si pensa, però, i mattoncini Lego non vennero accolti positivamente a causa del materiale utilizzato (la plastica, ai tempi, non era ben vista nella costruzione di giocattoli) e della scarsa versatilità degli stessi.
Il successo arrivò qualche anno dopo, precisamente nel 1958, quando venne studiata la forma dei mattoncini, utilizzata ancora oggi, che permetteva un perfetto incastro degli stessi fra di loro.
Qui sotto potrete vedere le modifiche apportate ai mattoncini fino alla forma attuale:

Le modifiche apportate ai mattoncini nel corso degli anni hanno permesso un migliore incastro fra gli stessi


Sfortunatamente Kristiansen non potè assistere al successo della propria invenzione dato che morirà proprio nel 1958 lasciando la guida dell’azienda al figlio Godtfred…il resto è storia!
Una storia che continua da 60 anni, seppur fra alti e bassi, e che ci auguriamo possa proseguire ancora per molto, molto tempo.

© Copyright 2009 - 2018 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo