web analytics
   

La seconda vita di Amiga…

VISUALIZZATO 2.855 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

Finalmente l’Amiga rivivrà e si spera definitivamente questa volta…
Questa Seconda vita sarà possibile grazie alla scheda MINIMIG che offrirà in pratica l’hardware originale Amiga (e non emulato) in formato “compresso”!

Non mi dilungo troppo nelle spiegazioni tecniche perchè su internet sono presenti molti articoli che spiegano in dettaglio, e molto meglio di me, il funzionamento di questa meraviglia; mi limito solo a sottolineare alcune cose fondamentali che è necessario conoscere per utilizzare il Minimig:

  • E’ necessario possedere una copia originale del Kickstart per poter utilizzare la macchina
  • Non utilizza (ovviamente) i classici floppy disk Amiga ma funziona con schede SD ben più comode e capaci di contenere molte più immagini ADF dei giochi Amiga (disponibili in Rete) da caricare in memoria
  • La versione attuale della scheda non supporta la modalità grafica AGA

Le prossime versioni di questo gioiellino prevedono il supporto AGA, il supporto per l’Hard Disk, porta Ethernet per il collegamento alla banda larga e molto altro. Purtroppo non si sa nulla sul prezzo ma credo sarà davvero alla portata di tutte le tasche per dare la possibilità, a chi non ha la fortuna di possedere un’Amiga originale, di rivivere le emozioni che era capace di regalare questa straordinaria macchina!

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

4 Commenti

  1. A quanto pare più che un nuovo amiga sembra uno strumento atto all’esecuzione in se, nonché alla conversione di immagini adf; un progetto fallimentare gia da tre anni se non più purtroppo!…personalmente l’unica utilità, se è vero cò che può fare, sarebbe quella di convertire gli adf in floppy per amiga, ma richiederebbe un lettore floppy aggiuntivo di tipo amiga….soluzione molto dispendiosa visto che vi è l’altro sistema un po’ laborioso ma piu’ economico che hai postato tempo fa.
    Tutt’altra notizia invece proveniente da questo link http://www.a-eon.com/index.html ….il nuovo AmigOneX10000 dalle caratteristiche decisamente affascinanti!
    Il Minimig sembra più una sorta di MSX One Chip ma meno concreto….almeno l’MSX One Chip esegue cartucce reali MSX e permette di connettersi ad un pc, oltre che funzionare da come una sorta di console.

  2. Francesco Wrote:

    A quanto pare più che un nuovo amiga sembra uno strumento atto all’esecuzione in se, nonché alla conversione di immagini adf; un progetto fallimentare gia da tre anni se non più purtroppo!…personalmente l’unica utilità, se è vero cò che può fare, sarebbe quella di convertire gli adf in floppy per amiga, ma richiederebbe un lettore floppy aggiuntivo di tipo amiga….soluzione molto dispendiosa visto che vi è l’altro sistema un po’ laborioso ma piu’ economico che hai postato tempo fa.
    Tutt’altra notizia invece proveniente da questo link http://www.a-eon.com/index.html ….il nuovo AmigOneX10000 dalle caratteristiche decisamente affascinanti!
    Il Minimig sembra più una sorta di MSX One Chip ma meno concreto….almeno l’MSX One Chip esegue cartucce reali MSX e permette di connettersi ad un pc, oltre che funzionare da come una sorta di console.

    Come sei negativo Fra!! :))
    Perche’ dici che l’unica utilita’ di questa scheda e’ ricreare i floppy Amiga? Si possono caricare le immagini ADF sulls scheda SD quindi sarebbe come avere un Amiga con lettore SD ma senza floppy….
    Almeno e’ un buon tentativo… 🙂

  3. Non si tratta di negatività. Si tratta che Amiga ancora oggi potrebbe essere un sistema che potrebbe sbaragliare ogni aspettativa e una macchina che legge semplicemente gli adf come fa un comune emulatore per pc…mi sembra un po’ uno spreco. L’Amiga non ha mai smesso di vivere, ci sono società che lo costruiscono diciamo in “via parallela” e sarebbe ora che queste mainboard vedessero la luce!!!
    Il link che ti ho postato è solo un piccolo esempio ma ci sono molti progetti in giro che aspettano solo “lo sponsor” giusto!
    VIVA AMIGA….QUELLO VERO!!! 😀

  4. Francesco Wrote:

    Non si tratta di negatività. Si tratta che Amiga ancora oggi potrebbe essere un sistema che potrebbe sbaragliare ogni aspettativa e una macchina che legge semplicemente gli adf come fa un comune emulatore per pc…mi sembra un po’ uno spreco. L’Amiga non ha mai smesso di vivere, ci sono società che lo costruiscono diciamo in “via parallela” e sarebbe ora che queste mainboard vedessero la luce!!!
    Il link che ti ho postato è solo un piccolo esempio ma ci sono molti progetti in giro che aspettano solo “lo sponsor” giusto!
    VIVA AMIGA….QUELLO VERO!!!

    Il problema, secondo me, e’ che se uscisse nuovamente un’Amiga classico (con le caratteristiche dell’epoca ovviamente altrimenti si perderebbe la filosofia dell’Amiga “classico”) non se lo filerebbe nessuno a parte i nostalgici come noi e pochi altri e di conseguenza il rientro economico sarebbe pressoche’ nullo! Costerebbe una follia produrre nuovamente i chip originali e sviluppare giochi per Amiga senza guadagnare nulla….
    I ragazzi di oggi, al solo pensiero di giocare in 2D, impallidiscono …e non sanno cosa si perdono!
    Ecco il perche’ di una sorta di emulatore da montare in una case….Spesa (relativamente) bassa e di conseguenza guadagno in linea con le spese…almeno si spera!
    :))

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *