web analytics
   

Un salto nel passato…

VISUALIZZATO 8.927 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

Poteva forse un appassionato retrogamer come il sottoscritto non andare alla ricerca di sale giochi (le poche rimaste ormai) nella piu classica delle località marittime italiane? Assolutamente no…

Per questo motivo una volta arrivato in quel di Cervia (località marittima in provincia di Ravenna, poco distante da Milano Marittima, Riccione e Rimini) con famiglia al seguito, mi sono subito fiondato alla ricerca di sale giochi, ancora numerosissime in luoghi come questi, con la scusa di portare l’erede a divertirsi!
La ricerca naturalmente ha dato ottimi frutti (non quelli sperati ma va bene uguale) dato che a pochi passi da me ho scoperto una simpatica Sala Giochi che offriva, oltre alle classiche giostre per bambini, anche tre sale adibite al divertimento elettronico.
Naturalmente l’atmosfera che si respirava non aveva nulla a che vedere con le classiche sale giochi fumose ed immerse nella penombra che andavano molto “di moda” negli anni ’80, ed anche i coin-op presenti risalivano al massimo al 1994, non prima, ma accontentiamoci và!

Come potete vedere dalle foto poco sotto la sala giochi offriva da una parte alcuni interessanti coin-op quali OUT RUN 2006 – Coast to Coast, SILENT SCOPE X, POLICE 24/7 ed il grandissimo SCUD RACE di Sega mentre dall’altra troneggiavano alcuni interessanti flippers tra i quali quello dedicato a Super Mario Bros (e qui abbiamo soddisfatto anche il mio amico e mago dei flippers Federico “WIZ” Croci).

(Cliccare sulle foto per ingrandire)

L'immenso Coin Op di Scud Race

L’immenso Coin Op di Scud Race

Police 24/7

Police 24/7

Il cabinato di Silent Scope X

Il cabinato di Silent Scope X

Dedicato a Federico "WIZ" Croci: il flipper di Super Mario!

Dedicato a Federico “WIZ” Croci: il flipper di Super Mario!

Come nelle più antiche tradizioni da sala, davanti a quasi tutti i coin-op era presente la classica calca di ragazzini-menagrami intenti a scagliare macumbe al malcapitato di turno per farlo perdere prima possibile e prenderne il posto…ah quanti ricordi!
La cosa però che più mi ha colpito e che pensavo ormai facesse parte del mio passato, è stata la presenza del gestore in classica canottiera (non bianca, ma anche i gestori si aggiornano, e per forza di cose senza sigaretta in bocca a causa del famoso divieto di fumare imposto nei locali pubblici). Per questo ho voluto sottolineare l’evento scattando un paio di foto, di nascosto, al nostro amico, inconsapevole “eroe” temporaneo di tutti noi!
Godetevi le foto:

(Cliccare sulle foto per ingrandire)

Corrisponde esattamente alla descrizione, vero?

Corrisponde esattamente alla descrizione, vero?

Il nostro amico intento a "controllare" i ragazzini

Il nostro amico intento a “controllare” i ragazzini

Successivamente ho scoperto un’altra sala giochi, questa volta nel centro città, dotata di alcuni coin op davvero interessanti quali AIRLINE PILOTS di Sega, VIRTUA TENNIS 2, lo splendido VIRTUA FIGHTER 4 e HOUSE OF THE DEAD 4 oltre ad una serie di flippers (ma nulla di eccezionale) e una versione Arcade su monitor Touch di FRUIT NINJA lo storico gioco disponibile per iOS ed Android!
Qui purtroppo non era presente il classico gestore scorbutico bensì un ragazzotto gentile che in effetti un po’ “stonava” con l’ambiente circostante ma forse sono io che vorrei a tutti i costi la botte piena e la moglie ubriaca!
Anche qui qualche foto è d’obbligo:

(Cliccare sulle foto per ingrandire)

Virtua Tennis 2 e Virtua Fighter sempre di Sega...

Virtua Tennis 2 e Virtua Fighter sempre di Sega…

L'inossidabile OutRun 2006!!

L’inossidabile OutRun 2006!!

Il coin-op touch di Fruit Ninja

Il coin-op touch di Fruit Ninja

Top Gunner ed Air Pilots di Sega

Top Gunner ed Air Pilots di Sega

Pecca comune di entrambe le sale giochi visitate è stata la mancanza di coin-op più datati ma forse più interessanti di quelli presenti (credete che se ci fosse stato un qualsiasi episodio di STREET FIGHTER o di METAL SLUG o ancora il cabinato dell’originale OUT RUN, non ci sarebbe stata la fila per giocarci?? Io credo di si!) e l’illuminazione esagerata dei locali che non consentiva a volte di apprezzare appieno la grafica dei giochi anche a causa degli immancabili riflessi di luce causati dai neon delle sale.

Come già detto, forse sono io ad essere troppo legato ai ricordi delle nostre splendide ed inimitabili sale giochi degli anni ’80 – ’90 ma vi assicuro che, pur provando un pizzico di emozione entrando nelle sale sopra descritte, non sono riuscito a provare le stesse sensazioni che mi assalivano varcando la soglia mia cara vecchia ASTRA GAMES in Piazza Duomo a Milano (E a questo proposito vi invito a leggere i miei tre articoli sulle sale giochi d’epoca, cliccando sui rispettivi links poco sotto)!

E credo che mai riuscirò più a provarle…


PER CHI VUOLE APPROFONDIRE

LE SALE GIOCHI DELLA MIA ADOLESCENZA – PARTE PRIMA

LE SALE GIOCHI DELLA MIA ADOLESCENZA – PARTE SECONDA

LE SALE GIOCHI DELLA MIA ADOLESCENZA – PARTE TERZA

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica!
Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *