web analytics
   

NUOVI ARRIVI: ZX SPECTRUM 48K!

VISUALIZZATO 2.953 VOLTE

 
Print Friendly, PDF & Email

Qualche giorno fa, grazie all’amico Eugenio Ciceri, componente storico della redazione di RUN (la prima rivista su cassetta per ZX Spectrum) e sviluppatore Amiga, sono entrato in possesso di un fiammante ZX SPECTRUM 48K!
Naturalmente, dopo aver realizzato l’INTERVISTA per Retrogaming Planet, desideravo conoscere personalmente Eugenio quindi abbiamo colto l’occasione per incontrarci qui a Milano in una tranquilla mattinata durante la quale, davanti ad buon caffè, Eugenio ha “estratto dal cilindro” lo Spectrum corredato di registratore a cassette, cinque cassette d relativi numeri di RUN, il numero 14 della stessa rivista, ancora boxato ed incellophanato, e la cassetta del Software Starter Pack Horizons!
Inutile dire che ora lo Speccy fa bella mostra di sé vicino al Commodore 64…qui sotto una foto del gioiellino:

(Cliccare sull’immagina per ingrandirla)

ZX_Spectrum

Naturalmente lo Speccy è posizionato sopra al Commodore 64 solo per la foto, dopodichè tornerà nella sua “postazione” di fianco alla macchina Commodore 🙂

E secondo voi poteva uno smanettone come Eugenio regalarmi un normale Speccy? Assolutamente no, infatti alla macchina è stata applicata una modifica hardware per poterla collegare al monitor LCD tramite cavo composito e non necessariamente con cavo RF alla classica TV.
In aggiunta al regalo mi sono visto recapitare alla mia casella di posta elettronica (anche da parte di STEED KULKA, amico e collega di Eugenio di cui potrete leggere l’intervista cliccando sul suo nome) numerosi links e riferimenti a vari libri e manuali sullo ZX Spectrume sulla programmazione in Basic ed Assembler!
Una documentazione completa per scoprire tutti i segreti dello Speccy!

Eugenio inoltre è stato uno sviluppatore Commodore quindi non potete immaginare immaginare quanto sia interessante ascoltare uno sviluppatore Amiga mentre parla della macchina Commodore come fosse ancora oggi sul mercato…Eugenio trasuda passione da ogni parola e non perde occasione per dare consigli o raccontare le sue esperienze divertenti ma decisamente utili per tutti noi appassionati!
E vi assicuro che ne ha da raccontare di storie ed anneddoti!

Un regalo che apprezzo in modo particolare per i seguenti motivi:

  • Lo Speccy proviene dal “museo” personale di vero esperto di ZX Spectrum che negli anni ha avuto modo di utilizzarlo e sfruttarlo appieno
  • Da bambino ero innamorato della compattezza ed eleganza della macchina Sinclair ma, per molteplici fattori, ho ceduto al fascino del Commodore 64 (pur non rimpiangendo la scelta fatta sia chiaro!)
  • Avrò la possibilità di approfondire “sul campo” la conoscenza dello Spectrum e di recensirne i videogames sviluppati, parlandone con cognizione di causa

Di nuovo grazie ad Eugenio per lo splendida sorpresa!

© Copyright 2009 - 2017 by Retrogaming Planet
 

Autore: Robert Grechi

Nato nel 1977 ho vissuto in prima persona la nascita dei videogames fin dal lontano 1982, anno in cui entro in possesso di uno splendido Colecovision e con il quale comincio la mia “carriera” videoludica! Da allora è stato un susseguirsi di Home Computer e Console che hanno ampliato ulteriormente l’interesse per i videogiochi al punto da aprire, nel mese di Luglio 2009, il blog Retrogaming Planet interamente dedicato al mondo videoludico anni ’80 – ‘ 90!

Condividi questo articolo

3 Commenti

  1. Lo Spectrum quanti ricordi… e quell’intervista al signor Ciceri mi ha fatto tornare indietro nel tempo nei fantastici anni 80…
    Mi sembra di essere in quella redazione ed immaginare il loro fare creativo…Si perchè quelli erano gli anni in cui non ci si annoiava mai ed in cui la creatività era sempre viva in ognuno di noi.
    Leggere dello Spectrum mi ha fatto ritornare indietro nel tempo e ricordare quanta ammirazione provavo e provo per quel grande innovatore ed inventore di Lord Clive Sinclair con quei suo colpi di genio alla Archimede Pitagorico 🙂

    Ricordo ancora le foto su Topolino di quando andava in giro con la sua auto elettrica (la C5, una sorta di triciclo a pedali)

    Il mondo ha bisogno di sognatori e di gente come il Signor Ciceri e Steed Kulka che con la loro rivista Run fecero qualcosa d’innovativo…Le nuove generazioni afflitte dalla noia dovrebbero attingere a questo glorioso passato per capire che se si vuole non ci si annoia mai.
    Non ci annoiavamo in quei fantastici anni ’80 e non ci si annoia mai neanche adesso; basta solo tuffarsi in quel mare di sapere che i mezzi di comunicazione adesso ci offrono… Bisogna però avere la voglia di imparare sempre.

    Grazie Robert per questo articolo e grazie al Signor Ciceri per averti dato la possibilità di realizzarlo ed averci regalato una parte di quella sua vita redazionale! Spero di recuperare anch’io uno ZX Spectrum Sinclair (disperso durante trasloco insieme allo Z81…Che doloreee 😛 ) e spero di rironare al più presto a scrivere qualcosa dei fantastici anni ’80 su questo fantastico blog 😀 (faticaccia assurda a scrivere solo con la mano sinistra…)
    Lasciandovi con quessta frase vi saluto:
    “Inventare è una sfida e io amo sviluppare una idea nuova e vedere che ha successo. Questo infatti vuol dire che la gente l’ha apprezzata, il che è molto gratificante.“

    http://it.wikipedia.org/wiki/File:Sinclair.600pix.jpg

  2. Avrei voluto essere una mosca in quel bar!!!

    (ho scelto forse un paragone schifido?)

    🙂

  3. Beh Luca…ne avresti visto, o meglio sentito, delle belle!! 🙂

Invia Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *